venerdì 18 febbraio 2011

"calamari" di gragnano alle seppioline,a 4 mani

Due settimane di ferie volate via....sembrano iniziate ieri,invece ormai siamo alla fine.
Ferie per modo di dire,tra problemi e altro...ma questo non mi ha certo impedito di passare una bella giornata a Verona per il compleanno della mia dolce metà.Ovviamente pioveva,e a me è venuta la febbre.Un classico ormai,non sarebbero ferie...
In tutto questo no,non mi sono dimenticata del blog,ma non ho avuto modo di guardare nemmeno i vostri,la connessione internet non ha fatto parte delle mie vacanze!

A casa mia invece abbiamo avuto una new entry,il microonde...un pò inquietante...indubbiamente comodo però,per scongelare,per riscaldare.
Ma voi lo usate?anche per cucinare?io mi sono munita di ricettario ma ancora non ho osato....

La ricetta di oggi è un'improvvisazione a 4 mani,anche se sarebbe più corretto dire che io ho messo poco e nulla,le idee in buona parte provengono da lui....ogni tanto è bello fare solo la manodopera :)
Questa pasta è nata proprio mentre facevamo la spesa,io mi lascio sempre tentare dalle belle confezioni e questi "calamari di gragnano" avevano una busta di carta bellissima....così il resto è venuto da sè!

per 2 persone:

-200g di "calamari" (possibilmente trafilati al bronzo di gragnano,anche paccheri o altri formati vanno bene)
-250g di pomodori datterini
-circa 300g di seppioline pulite
-1 spicchio d'aglio
-prezzemolo,sale,peperoncino
-1 o 2 filetti d'acciughe
-una manciata di capperi
-vino bianco

Mettere subito a scaldare l'acqua per la pasta,in quanto la pasta trafilata al bronzo ha generalmente una cottura lunga,va comunque sempre monitorata.
Nel frattempo tagliare i pomodorini a quarti e farli cuocere in una padella antiaderente senza olio,fino a che non sono appassiti.
Metterli da parte e nella stessa padella fare un soffritto con un pò d'olio,metà spicchio d'aglio intero e metà tritato ed i filetti di acciuga.
Far saltare le seppioline tagliate a pezzetti nel soffritto,unire un pò di sale e peperonicino ed eventualmente sfumare con un pò di vino bianco.
Aggiungere del prezzemolo tritato e riaggiungere i pomodori con qualche cappero.Lasciare pure il sughetto un pò liquido,non cuocere troppo per non far indurire le seppioline.
Scolare la pasta al dente e finire la cottura nel condimento.

Buonissima,da provare!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...